Nella grande area allestita
in piazza Antonini

A Friuli Doc un’Oasi
giovane di eventi

Per il terzo anno, Officine Giovani e Università, daranno vita a uno spazio
interamente dedicato ai giovani con mostre, musica, incontri e molto altro ancora

Ritorna in piazza Antonini, per il terzo anno consecutivo, l’Oasi dei giovani, uno spazio dedicato ai ragazzi all’interno a Friuli Doc. Come importante occasione di protagonismo, l’Oasi darà visibilità ad alcune delle più significative realtà culturali ed artistiche del territorio, offrendo al pubblico la possibilità di divertirsi attraverso proposte valide ed accattivanti.

Il programma di questo grande spazio, ampliato rispetto all’anno passato, è frutto di un’intensa attività di collaborazione, coinvolgimento, scoperta e promozione di numerosi gruppi giovanili che hanno così modo di partecipare in modo diretto ad uno degli appuntamenti più attesi della città.

Da giovedì 15 a domenica 18 settembre, nell’atrio di Palazzo Antonini e nell’antistante area di via Petracco, le Officine Giovani del Comune di Udine con la collaborazione dell’Università degli studi di Udine proporranno quattro giornate di mostre, laboratori creativi, spettacoli e concerti.

Lo spazio dell’Oasi verrà organizzato in aree distinte a seconda delle performance e dei contenuti.

Nell’atrio dell’Università sarà allestito uno spazio espositivo a rotazione, che ogni giorno proporrà opere di artisti diversi, dalla fotografia alla grafica, dal fumetto e illustrazione alle installazioni.

All’esterno, sotto un gazebo dedicato alle attività artistiche, nel corso dei pomeriggi il pubblico potrà partecipare a workshop di fumetto, graffiti e street art, lettura, musica e divulgazione scientifica, mentre, in un gazebo dedicato alla multimedialità, verrà dato spazio alla produzione di videocurricula, alla raccolta di video interviste, a un laboratorio sul video e all’allestimento di una piccola regia della web radio dell’Università di Udine, che seguirà l’Oasi con interviste, servizi e approfondimenti.

In serata, gli sketch, le performance teatrali e di danza lasceranno lo spazio ad una ricchissima scaletta di concerti per un’offerta musicale che spazierà dal folk al punk, dal reggae all’hip hop.